I nostri amici

Banner
Gita all'isola di Giannutri e isola del Giglio PDF Stampa E-mail
Scritto da paola   
Domenica 27 Giugno 2010 15:25

 

Data di inizio viaggio 26/6/2010

Data di fine del viaggio 26/6/2010

Decidiamo con un gruppo di amici di effettuare la gita all'isola di Giannutri e isola del Giglio per visitare dei posti che se pur vicini non conosciamo.

Un'affascinante gita all'insegna del mare e della natura, per scoprire con piacere che non è necessario andare troppo lontano per scoprire dei veri tesori.

Il tragitto è stato effettuato con una motonave che oltre al tragitto ha curato anche il pranzo a base di pesce fresco nella crocera. Consiglierei questa società  agli amanti del buon pesce inoltre dobbiamo sottolineare che oltre la qualità  del pranzo vi è anche la quantità  .

La prima tappa  è stata l’isola di Giannutri o definita “isola dei gabbiani”. Tale nome è dovuto in quanto è il più numeroso gruppo di gabbiani vive in colonie lungo le coste.

Posizionata dinnanzi al promontorio di Monte Argentario.

L'isola è grande appena 500 metri in larghezza e circa 5 chilometri in lunghezza  e fa parte del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano. Giannutri è famosa per la bellezza dei suoi fondali, veri paradisi per gli amanti della subacquea

La costa è rocciosa e sono presenti due spiagge: cala Maestra e cala Spalmatoio


come si raggiunge :L'isola si raggiunge col i traghetti da Porto Santo Stefano in circa un'ora di traversata. In questo periodo e fino ad agosto, c'è un solo traghetto al giorno solo il mercoledì, sabato e domenica.

Dopo una breve sosta sull’isola all’insegna del sole  e dei bagni ci rimettiamo sulla nostra motonave dove ci viene fornito un pranzo eccezionale a base di risotto alla pescatora e frittura di calamari e gamberi, di tutto rispetto anche il dolce. Mentre noi degustavamo il pranzo e le bibite tra un chicco di riso e un gamberetto siamo arrivati all’isola del Giglio, seconda tappa della nostra giornata.

L' Isola del Giglio, ha una grandezza di 21 kmq e risulta la seconda isola per grandezza tra quelle dell'arcipelago toscano, il suo punto più elevato è 498 metri sopra il livello del mare.

L’isola è composta da tre centri abitati: Giglio Porto, Giglio Castello e Campese. La parte più turistica dell’isola è quella dove è situato anche il Porto, dove sono concentrate la maggior parte delle strutture turistiche.

L'elemento che sicuramente desta maggiore interesse è il Castello, al suo interno infatti troviamo la Chiesa di San Pietro Apostolo, che fu realizzata nel corso del 1300 e custodisce importanti opere d'arte, come un Crocifisso, due dipinti rappresentanti la Deposizione dalla Croce e l'Incarnazione, una Madonna realizzata in alabastro e numerosi altro oggetti religiosi di pregevole fattura, l'intero abitato del Castello è ancora oggi circondato da poderose mura.

Noi abbiamo concentrato le poche ore rimaste proprio alla visita di giglio Castello,

 All'isola del Giglio più di ogni cosa si apprezzano le bellezze naturali. Un mare cristallino tra i più puliti in Italia, fondali con pareti e secche colorate da spugne e gorgonie, una costa estremamente varia con scogliere a picco sul versante di ponente e graniti lisci sul versante di levante, spiagge sabbiose, calette selvagge, antichi sentieri immersi in una natura ricchissima e panorami mozzafiato, rendono

l'Isola del Giglio un vero gioiello della natura.

Come vedete anche se avete poco tempo a disposizione si può fare una gita fuori porto visitando le incantevoli isole vicino a noi. Allora non resta che pensare ad una meta nuova e ripartire ….buon viaggio

Ultimo aggiornamento Sabato 10 Dicembre 2011 15:26
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Posizione del Sole

Fasi Lunari

Vari dati in tempo reale


Sea Surface Temperatures