I nostri amici

Banner
Otto errori fotografici… da evitare! PDF Stampa E-mail
Scritto da Vittorio   
Lunedì 04 Ottobre 2010 00:00

Â

Â

Non sempre le foto che scattiamo ci appagano del tutto. Ecco, quindi, come evitare alcuni dei nostri più frequenti errori fotografici:

Orizzonte Inclinato: Ricordiamoci sempre che l’orizzonte non è per sua natura…inclinato! Pertanto, quando fotografate, cercate di tenere ben dritta la vostra amatissima macchina fotografica.

Fili e Pali: Paesaggi bellissimi sono spesso rovinati da fili e pali presenti anche là dove non dovrebbero essere. E ciò è un’ulteriore dimostrazione di quanto sarebbe necessaria una maggior cura dell'ambiente che ci circonda. Quindi, fate molta attenzione a quanto appare nel mirino o nel monitor della vostra digitale.

Piedi Tagliati: Un altro errore frequentissimo nelle nostre fotografie è quello dei piedi tagliati. Fotografando le persone a figura intera è abbastanza facile sbagliare per distrazione, escludendo dall’inquadratura i piedi dei soggetti fotografati.  Mi raccomando…occhio!

Prospettiva Distorta: Quando un edificio viene fotografato dal basso assume la classica forma a piramide. L'unico rimedio è quello di allontanarsi e riprenderlo da una certa distanza. I professionisti, a tal fine, utilizzano degli obiettivi particolari (molto costosi!) che muovendo le lenti anteriori riescono a raddrizzare la prospettiva. Se possibile, si può anche salire su un edificio vicino, e scattare così la foto da una certa altezza.

Occhi Rossi: Ciò può accadere quando si fotografa da vicino con il flash. Per evitare questo brutto effetto in molte fotocamere il flash emette due o tre lampi a breve distanza di tempo. Utilizzate sempre tale funzione. Se si tratta, poi, di un'immagine digitale si può sempre usare il programma di fotoritocco, utilizzando il comando “correzione degli occhi rossi”.

Occhi Chiusi: E' uno degli errori più ricorrenti quando si fotografano le persone. E ciò accade, soprattutto, con le macchine digitali che hanno delle frazioni di secondo di ritardo tra il momento in cui si schiaccia il pulsante di scatto e quello in cui la foto viene registrata. Non resta che prestare maggior attenzione, e scattare sempre più di un’immagine della stessa scena.

Controluce: Di regola gli attuali esposimetri delle fotocamere calcolano in maniera corretta l'esposizione, ovvero, la quantità di luce dell’immagine. Comunque, per chi ha cominciato a fotografare da poco, il metodo più semplice per evitare errori, è quello di inquadrare il soggetto con il sole alle spalle del fotografo. In tal modo si esclude dall'inquadratura la fonte luminosa e la macchina fotografica “legge” solo la luce del soggetto principale. In seguito, potrete sperimentare l’utilizzo d’ulteriori tipi d’illuminazione.

E per finire…l’Ultimo Errore: Anche se le prime volte le vostre foto non vi sembreranno eccezionali e perfino il vostro migliore amico vi dirà di smettere, non ascoltatelo, continuate a scattare e ricordate sempre che… sbagliando s’impara!

Â

Ultimo aggiornamento Domenica 11 Dicembre 2011 20:44
 

Posizione del Sole

Fasi Lunari

Vari dati in tempo reale


Sea Surface Temperatures